Metafora

EPILESSIA: la voce di una paziente

La prima crisi nel ’96, ero già “grande”, nessuno voleva credere fosse epilessia e mi dimisero subito con tanti lividi e bernoccoli in più, poco dopo il primo ricovero in Pronto Soccorso…Per i medici le crisi erano convulsioni dovute ad una crisi isterica….poco dopo un’altra crisi….di cui ricordo poco… le mani di amici che tentavano di aprirmi la bocca, un taglio sulla fronte, uno sporco in mezzo alle gambe, mi ero fatta tutto addosso, davanti a tutti, che vergogna….e da lì in poi anni di encefalogrammi , analisi, visite con neurologi a volte fin troppo sbrigativi…nessuna terapia che mi desse sollievo….mi venivano delle “assenze”, mi trovavano lì, ad occhi aperti , ma non rispondevo, non c’ero ma c’ero, e neppure me ne rendevo conto…per me nulla era successo ma per gli altri era terribile…poi mi fecero fare un encefalogramma in privazione di sonno ed ebbi una crisi molto forte, a me sembrava di dormire e da quel momento decisero che ero epilettica e di “curarmi” con vari antiepilettici, uno più devastante dell’altro…Ma ancora adesso ogni tanto Lei vince e torna ed insieme torna la vergogna che si ha quando le persone ti guardano al risveglio da una crisi come se fossi un mostro o una posseduta da chissà quale entità…Piccolo male, grande male…così la chiamano, per noi è una piccola grande guerra che combatti con te stesso e con una società che è troppo spesso ignorante e che ancora ci vede come piccoli mostri di cui avere paura. E ogni giorno combatti contro di Lei, contro la paura di crisi che non sai quando arrivano e dove ti potrebbero succedere, contro una società che spesso ha paura di vederti cadere a terra, sobbalzare come un demone posseduto, ma noi siamo solo esseri umani ammalati…Da qualche tempo ho iniziato con la cannabis terapeutica e con il cbd in particolare, sto trovando un valido aiuto nel controllo delle crisi e mi auguro che si continui così e che la mia vita continui ad avere la meglio su di Lei.

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI
2017-11-06T10:34:34+02:00